portu .. che? portulaca

portu .. che? portulaca

La portulaca è una pianta fin dall'antichità utilizzata sia in cucina che in campo medico, per le sue proprietà officinali. È ricca di preziosi elementi che le conferiscono ottime proprietà nutrizionali e terapeutiche. Molto conosciuta e sfruttata anche in epoca medioevale.
Negli ultimi anni è tornato un grande interesse per questa pianta spontanea, che fino a poco tempo fa veniva considerata, meramente, un’infestante. Per i suoi micronutrienti, è una vera e propria miniera. Particolarmente apprezzati sono i suoi acidi grassi polinsaturi del tipo omega 3 (quelli contenuti nel pesce tanto per intenderci), è ricca di vitamine e, in particolare, di vitamina A, sotto forma di beta-carotene, che è considerato un eccezionale antiossidante naturale. Vi troviamo anche vitamina C, vitamina E e quelle del gruppo B (B1, B2 e B3).
La pianta è inoltre ricca di sali minerali, quali magnesio, potassio, ferro e calcio.
Un’altra particolare caratteristica di questa pianta è la sua ricchezza di mucillagine (circa il 40% sul peso secco), che è considerato un emolliente naturale. Per questo motivo la portulaca si può utilizzare per realizzare impacchi con cui si curano: acne e eczemi, pelle arrossata e punture di insetti.
Il contenuto di calorie della portulaca è veramente molto basso. Infatti, ha solo 20 kcal per 100 grammi di prodotto, considerando anche che le foglie contengono il 90% d’acqua. Per queste sue caratteristiche viene considerata un ottimo diuretico, un depurativo e un vermifugo naturale. Dal punto di vista alimentare è dissetante e antidiabetica. Nella tradizione della medicina popolare veniva utilizzata per il trattamento di nausea e diarrea e nei casi di enterite acuta. Altri utilizzi riguardavano il trattamento delle emorroidi.
Per il suo sapore amarognolo e pungente, si presta ad insalate miste dove vengono utilizzate le foglie ed i rami più teneri, ma anche per zuppe, in quanto il contenuto di mucillagine rende più denso e oleoso il brodo.
C'è chi le utilizza nella preparazione di pastelle fritte; in aggiunta a frittate; o come contorno, con semplice condimento di olio evo e limone.
Non te ne dimenticare! si chiama Portulaca, ma in realtà in ogni angolo dei nostri territori assume un nomignolo legato alle tradizioni locali...

in Cina, la portulaca è considerata ancora oggi "la verdura per la lunga vita"