gustosi accenni di gusto

gustosi accenni di gusto

Ci siamo abituati a definire velenoso o dannoso per il nostro organismo tutto ciò che ha un sapore amaro o anche acido...e poi, magari, ci beviamo un bell’amaro superalcolico a fine pasto, pensando che ci aiuti a digerire. In realtà, le nostre papille gustative sono sensibili a 4 sapori fondamentali: dolce, salato, acido e amaro; educhiamole ad apprezzare le varie sfumature di questi sapori che possiamo definire “base”, evitando il più possibile di accentuarli con prodotti esaltatori  dei  sapori (tipo zucchero o sale) e lasciamo “fare alla natura”. Un carciofo o una cicoria amari, oppure, un limone acido, sono decisamente più salutari di un babà,  bello e dolce, o di una mortadella stuzzicante e salata; questo, senza nulla togliere a babà e mortadella che, come si suol dire, “quando ci vogliono ci vogliono”! insomma, è evidente che sarebbe opportuno e più salutare consumare quotidianamente carciofi, cicorie e succo di limone e solo sporadicamente babà o mortadella.

i prodotti chimici antiparassitari assorbiti dagli alimenti non sono eliminabili nè con il lavaggio, tantomeno con la cottura e finiscono direttamente nelle nostre cellule, intossicandoci lentamente ed inesorabilmente. Dunque preferiamo sempre ortaggi di provenienza sicura e preferibilmente locali; magari passiamo un po’ più di tempo a lavare e pulire i nostri ortaggi con accuratezza prima di consumarli ed accettiamo di buon grado qualche parassita, segno di genuinità. Da evitare assolutamente gli ortaggi preimbustati. (Dr. Ollic)